Un laboratorio di lettura

Ovvero un viaggio nei perigliosi mari dei libri.

Quest’anno la nostra classe si è imbarcata su un veliero magico con il quale sta compiendo, a vele spiegate, un viaggio in 33 settimane intorno al meraviglioso mondo della lettura. Il veliero ha preso il largo da un laboratorio di lettura capitanato dalle insegnanti Melas e Piceno.

Alcuni spot pubblicitari sul piacere della lettura, mandati in onda in TV qualche anno fa, hanno dato il via, un lunedì pomeriggio settembrino, alla nostra avventura per i perigliosi mari dei libri. Si è subito creata quell’atmosfera ideale per coinvolgerci in alcune proposte.

Dapprima siamo stati invitati a frugare nel cassetto della nostra memoria alla ricerca del nostro primo ricordo di un libro. In realtà, la ricerca non è stata molto lunga perché quel cassetto è ancora troppo piccolo e poco pieno e i ricordi, sebbene custoditi un po’ alla rinfusa, si recuperano piuttosto facilmente.

La nostra fantasia si è poi sbizzarrita quando siamo stati lasciati liberi di comporre acrostici con le parole leggere e lettura: non si può credere a quello che può produrre una fantasia lasciata a briglie sciolte!

L’attività successiva è stata molto stimolante perché le insegnanti, dopo averci letto alcune frasi pronunciate da personaggi famosi sul tema della lettura e dei libri, ci hanno invitati a sceglierne una, in base alla nostra sensibilità, e ad illustrarla in un disegno. Questa prima parte del nostro viaggio avventuroso è stata documentata nel video che trovate qui sotto.

Laboratorio di lettura from Scuola L. Negrelli- Rovereto TN on Vimeo.

3 ottobre: una data da non dimenticare

Era il 3 ottobre, un lunedì pomeriggio, quando la professoressa Piceno è entrata in classe annunciandoci che ci avrebbe fatto vedere un video fotografico.

In quelle foto comparivano uomini, donne e bambini con vestiti sporchi e laceri, tanti di loro erano anche scalzi. Ma quello che colpiva di più erano i loro sguardi, sguardi in cui si leggeva il terrore. E poi bare, tante bare. Molte erano bianche.

Abbiamo ascoltato, dalla voce della professoressa, i racconti di ragazzi della nostra età che hanno vissuto l’esperienza traumatica di un viaggio attraverso il Mediterraneo su una carretta del mare.

La prof ci ha poi detto che la data del 3 ottobre era una data speciale perché in quel giorno di tre fa trecentosessantasei migranti morirono in un naufragio al largo dell’isola di Lampedusa.

Per ricordare quei morti innocenti e tutte le vittime dei viaggi della speranza il governo italiano ha istituito la Giornata nazionale delle vittime dell’immigrazione. Questa giornata ha lo scopo di ricordare e commemorare tutte le vittime dell’immigrazione e promuovere iniziative di sensibilizzazione e solidarietà.

Noi alunni della classe 2a C abbiamo dedicato dei pensieri per ricordare tutte le persone in fuga da guerre e persecuzioni e morte nel tentativo disperato di trovare la salvezza in Europa.

3-ottobre-2016 from Scuola L. Negrelli- Rovereto TN on Vimeo.

Depero Animato

Un precorso didattico per sviluppare competenze digitali e narrative.

Durante l'anno scolastico 2015-1016, abbiamo sperimentato a scuola, in Arte e Immagine (prof. Francesco Izzo), un approccio narrativo orientato allo sviluppo di abilità estetiche tramite l'utilizzo dei nuovi media.

Una metodologia innovativa rivolta allo sviluppo di creatività, competenze digitali e narrative ha consentito di produrre piccoli elaborati multimediali, a volte di notevole qualità artistica. Il seguente, dal progetto "Depero Animato", è stato realizzato dalla classe 3D. Dedicato al lavoro dell'artista roveretano Fortunato Depero; è particolarmente riuscito e merita di essere visto.

Depero Animato from Scuola L. Negrelli- Rovereto TN on Vimeo.

L'educazione ci sta a cuore!

Educa 2016

Vinto il concorso Educa 2016 per la categoria scuola secondaria di primo grado.

La classe 3E della Scuola “L. Negrelli” è tra le vincitrici del concorso “E TU COSA CI METTI DENTRO AL CUORE?” indetto dal Festival dell'educazione EDUCA 2016. Al concorso abbiamo partecipato con le opere multimediali, video in stop motion dal titolo Cuori pensanti 1,2,3, realizzate rispettivamente con le classi 1D, 2D e 3E, nel laboratorio di arte condotto dal prof. Francesco Izzo.

Le animazioni video saranno visibili, durante le tre giornate del Festival Educa 2016, presso il Palazzo Istruzione di Rovereto.

Cuori pensanti cl 3E from Scuola L. Negrelli on Vimeo.