Il nostro presepe

Realizzare un presepe a scuola è un’occasione ideale per educare e per far sì che i ragazzi condividano un momento di festa, attraverso un percorso ricco di emozioni e valori.

L’allestimento del presepe è stato curato dai ragazzi, della classe IIC SSPG "Negrelli", i quali hanno dimostrato grande entusiasmo, passione e spirito di collaborazione.

Ringrazio i ragazzi per aver contribuito ad arricchire il clima natalizio della nostra scuola e auguro Buon Natale a tutti.

Prof.ssa Loredana Russo

Castelli e cavalieri in un lapbook

Come far stare un castello con i suoi cavalieri in un lapbook?

Ci sono riusciti alcuni ragazzi delle classi prime della SSPG “Negrelli”, sebbene l’impresa sembrasse inattuabile anche a loro.

Favole “alla fisarmonica”

Le favole, racconti speciali che piacciono molto ai bambini perché sono brevi, folgoranti e talvolta anche bizzarri e divertenti, hanno dato l’avvio ad una serie di attività creative tra cui quella di realizzare un libretto a fisarmonica con una favola originale.

Protagonisti di questa attività creativa sono stati gli alunni della classe 1A della SSPG “Negrelli”.

Dopo aver proposto la lettura di favole della tradizione classica e moderna e averne individuato le caratteristiche, i ragazzi si sono calati nei panni di favolisti in erba e, scegliendo tra un vasto repertorio di vizi e virtù umani, ne hanno composte di proprie dando voce ad animali che pensano, parlano e si comportano esattamente come gli uomini.

La brevità dei testi ha permesso, infine, di creare dei libretti a fisarmonica dove le favole, inventate ed illustrate personalmente dai loro rispettivi autori, hanno trovato il loro posto ideale.

Campioni di pi greco

Tredici ragazzi della classe 3E della SSPG “Negrelli” di Rovereto si sono sfidati a suon di numeri.

Classe 3E Negrelli

Era la mattina del 4 dicembre quando 13 studenti hanno voluto mettersi alla prova memorizzando il maggior numero possibile di cifre decimali del Pi greco 𝜋.
Tutto è nato dalla scoperta di questa costante matematica, originata dal rapporto tra la lunghezza della circonferenza di un cerchio e quella del suo diametro, e dalla sua antichissima storia, iniziata con i Babilonesi 4.000 anni fa.